AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità Progetto SISC

Tutti gli elementi

09/04/2021

S.R.R. Catania Area Metropolitana
Società per la regolamentazione del servizio di gestione rifiuti
_____________________________________________________________

P.zza Duomo, 3 – 95124 Catania – mail: srrcataniaareametropolitana@gmail.com
P.E.C.: s.r.r.cataniaareametropolitana@legalmail.it
Iscrizione R.E.A. CT - 343495 – C.F. 05103780879
AVVISO PUBBLICO ESPLORATIVO

Prot. n. 1443/21 del 09-04-2021
Consultazione preliminare di mercato, ex artt. 66 e 67 del D.Lgs. 50/2016 e ss.mm.ii., propedeutica all’eventuale esperimento di una procedura di gara per l’individuazione di una piattaforma integrata e/o operatori economici cui conferire i rifiuti codice EER 20.03.01 ovvero codici EER 19.05.01, 19.05.03 e 19.12.12, provenienti dalla raccolta dei rifiuti urbani effettuata nei 28 Comuni sottesi alla SRR “Catania Area Metropolitana”, per il loro trattamento e/o recupero/smaltimento anche fuori dal territorio della Regione Siciliana.
Con il presente avviso pubblico questa SRR “Catania Area Metropolitana S.C.p.A.”, quale Ente di governo, intende procedere all’esperimento di una consultazione preliminare di mercato ex artt. 66 e 67 del D.lgs. 50/2016 e sue ss.mm.ii, per un preventivo confronto/esame tecnico con le imprese/operatori economici del settore merceologico interessato, finalizzato all’eventuale pianificazione, preparazione ed indizione di idonea procedura di affidamento del servizio di cui all’oggetto.
Nel pieno rispetto dei principi di libera concorrenza, parità di trattamento, non discriminazione, trasparenza, proporzionalità e pubblicità -tutti recepiti dal vigente Codice dei Contratti Pubblici- la SRR, nell’ambito dell’esercizio associato delle funzioni afferenti al servizio di gestione dei rifiuti urbani ed ai fini di una migliore politica ambientale
RENDE NOTO

a tutti gli operatori economici del settore interessato, che entro i termini previsti dal presente avviso, acquisirà delle apposite manifestazioni d’interesse, corredate da correlativi contributi di natura tecnico-organizzativa, operativa ed economico-estimativa al fine di poter meglio valutare tutte le condizioni ed i presupposti necessari per eventualmente intraprendere idonea procedura d’affidamento volta alla selezione pubblica di operatori economici terzi qualificati, che siano in grado di poter assicurare la regolare esecuzione del servizio in questione.
Sulla scorta ed in piena osservanza del presente avviso gli operatori economici interessati, possono presentare la propria manifestazione di interesse in uno a propri contributi anche avvalendosi dei modelli all’uopo predisposti ed ivi allegati quale parte integrante e sostanziale del presente avviso pubblico.
Si precisa, sin d’ora, che il presente avviso pubblico non costituisce invito a partecipare ad una procedura di affidamento di un contratto pubblico né tantomeno costituisce condizione necessaria di accesso, né impegno alcuno circa il prosieguo della relativa procedura, ma è esclusivamente finalizzato a sondare preventivamente la praticabilità di un’eventuale affidamento in tal senso ed informare gli operatori economici del settore di categoria circa la potenziale pianificazione dell’appalto de quo, favorendo, al contempo, la massima partecipazione e la consultazione del maggior numero possibile dei medesimi operatori economici in modo non vincolante, nella puntuale osservanza dei principi di cui all’art. 30 del D.Lgs. 50/2016 e ss.mm.ii..
La L.R. n. 9 del 8 aprile 2010, disciplina in Sicilia la gestione integrata dei rifiuti e la bonifica dei siti inquinati, nel rispetto della salvaguardia e tutela della salute pubblica, prevedendo che all'interno di ciascun Ambito Territoriale Ottimale il servizio di gestione integrata dei rifiuti sia organizzato, affidato e disciplinato, sulla base di un Piano d'Ambito, da una società consortile di capitali, denominata Società per la Regolamentazione del servizio di gestione Rifiuti (SRR).
Il ruolo della SRR quale Ente di Governo, riguarda, tra le sue competenze, l’attuazione di ogni azione di programmazione e realizzazione delle infrastrutture previste nel Piano d’Ambito e necessarie al ciclo integrato dei rifiuti nell’ambito di competenza.
Nell’ambito delle sue attuali e circoscritte funzioni di coordinamento e regolamentazione del servizio di gestione dei rifiuti, questa SRR mediante il presente avviso pubblico intende favorire una gestione di bacino più compatibile con i principi ed i criteri di organizzazione del servizio di gestione integrata dei rifiuti di cui alla normativa nazionale vigente in materia, così da consentire per quanto possibile economie di scala, omogeneità di condizioni economiche nonché misure idonee a massimizzare l’efficienza del servizio svolto in seno al proprio ATO di competenza.
A tal fine con riferimento alle criticità in atto presenti nel sistema impiantistico regionale questa SRR in qualità di Ente di governo intende procedere all’individuazione di impianti/piattaforme integrate di terzi ovvero operatori economici, che alla luce delle attuali criticità possa consentire la regolare prosecuzione dei servizi di gestione integrata dei rifiuti nei comuni interessati.
Il presente avviso, viste le recenti criticità nel conferimento dei rifiuti non differenziati in siti di smaltimento regionale, riguarda la consultazione preliminare per acquisire concrete manifestazioni di interesse e specifici contributi da parte di operatori economici del settore interessato per il successivo avvio di apposita procedura di gara per l’affidamento, nel breve periodo, del servizio in oggetto.
Con tale modalità si intende, nel rispetto della normativa di settore e degli indirizzi emanati dal Dipartimento Regionale dell’Acqua e dei Rifiuti, sostenere il fabbisogno necessario al superamento delle criticità sopra rappresentate agevolando in tal modo il regolare svolgimento del servizio pubblico di raccolta dei rifiuti urbani senza vanificare gli sforzi attuati nel corso degli ultimi anni per l’organizzazione ed il potenziamento della raccolta differenziata.
La presente consultazione preliminare di mercato, in particolare, è finalizzata ad ottenere da parte degli operatori economici potenzialmente interessati specifici contributi di natura tecnico-prestazionale ed economico-estimativa, meglio generalizzati come di seguito per la valutazione di pre-fattibilità dell’iniziativa, alla predisposizione degli atti di gara, allo svolgimento della relativa procedura, nonché a fornire informazioni agli operatori circa la programmazione della procedura ed i requisiti della stessa. La presente ricerca conoscitiva, difatti, è volta solo alla preliminare raccolta di manifestazioni di interesse con correlativi contributi attraverso cui desumere, in modo oggettivo, comparativo e non discriminatorio, l’attuale assetto del mercato di categoria, la platea di idonei operatori potenzialmente contraenti, le loro caratteristiche oggettive e soggettive, le soluzioni tecniche, organizzative ed operative loro disponibili, le clausole contrattuali generalmente accettate e le condizioni economiche in atto praticate e, ciò, al fine di poter successivamente provvedere ad una migliore e più efficace istruzione dell’eventuale processo di affidamento del servizio de quo. Dal punto di vista dell’economicità e dell’efficienza dell’attività amministrativa, l’istituto in oggetto, inoltre, potrà consentire di abbassare il rischio di gare deserte e rappresenta un esercizio di leale collaborazione tra pubblico e privato. Trattandosi esclusivamente di una ricerca esplorativa di mercato a scopo puramente consultivo e conoscitivo, conseguentemente, essa non costituisce una procedura di affidamento di un contratto pubblico né un’offerta al pubblico ai sensi dell’art. 1336 C.C. o promessa al pubblico ai sensi dell’art. 1989 c.c. e, dunque, non ingenera alcun genere di legittimo interesse, affidamento, pretesa, diritto di prelazione o condizione d’accesso in capo al soggetto manifestante, né può in alcun modo essere vincolante per la stessa SRR che, pertanto, resta libera di determinarsi a propria libera discrezione. La SRR, pertanto, si riserva la facoltà di interrompere, modificare, prorogare, sospendere o avviare una diversa procedura, consentendo, a richiesta dei soggetti intervenuti, la restituzione della documentazione eventualmente depositata, senza che ciò possa costituire, in alcun modo, diritto o pretesa a qualsivoglia risarcimento o indennizzo. La SRR si riserva altresì – e sempre a proprio insindacabile giudizio - di non procedere all’espletamento della successiva procedura di affidamento e, ciò, senza che i soggetti manifestanti possano vantare alcuna legittima pretesa e/o avanzare alcuna richiesta di risarcimento/indennizzo di sorta per danni a qualsiasi titolo e merito sollevabili.
Si precisa, inoltre, che il presente avviso non assume alcuna apprezzabile rilevanza neppure sotto il profilo della responsabilità precontrattuale ex art. 1337 del C.C..
Si premette altresì che:
• allo stato attuale, all’interno del territorio della SRR “Catania Area Metropolitana”, vi sono impianti di trattamento e/o smaltimento dei rifiuti indifferenziat, ma che di fatto dal 01-05-2021 non potranno più essere utilizzatii;
• le iniziative intraprese per la realizzazione dell’impiantistica necessaria a completare il ciclo dei rifiuti hanno tempi di risoluzione di medio/lungo termine non compatibili con l’attuale crisi impiantistica a carattere regionale;
• come precedentemente citato, dal 01-05-2021 si verificherà l’impossibilità a conferire i rifiuti indifferenziati prodotti in tutti i comuni sottesi alla SRR “Catania Area Metropolitana”; 
• con nota prot. 43997 del 09.11.2020 il Dipartimento regionale dell’Acqua e dei Rifiuti ha rappresentato la situazione di criticità nello smaltimento dei rifiuti nel territorio della Regione Siciliana invitando nel contempo le SRR ad avviare con l’urgenza del caso procedure atte all’individuazione di uno o più operatori economici che provvedano ad inviare i rifiuti fuori dalla Regione per il loro smaltimento e/o recupero;
• con nota prot. del 3.03.2021 acquisita al prot. 883/21 del 04.03.2021 la Sicula Trasporti S.p.A. ha comunicato a partire dal 30/4/2021 la cessazione delle attività presso la piattaforma a seguito dell’esaurimento della discarica per rifiuti solidi urbani non pericolosi sita in Lentini autorizzata con DDG n. 649 del 20.11.2012 e DDG n. 37 del 31.01.2018 raggiungerà la sua capienza massima e non accetterà alcun conferimento dai primi giorni di maggio 2021 e che pertanto dal 30/4/2021 sospenderà la ricezione dei rifiuti presso l’impianto TMB sito in c.da Coda Volpe ripristinandola solo dopo aver individuato un sito per lo smaltimento finale dei sovvalli prodotti;
• con nota prot. 11887 del 23.03.2021 acquisita in data 24/03/2021 al prot. SRR n. 1238/21 il Dipartimento regionale dell’Acqua e dei Rifiuti ha rappresentato la situazione di criticità nello smaltimento dei rifiuti nel territorio della Regione Siciliana richiedendo alle SRR, nel contempo:
…avviare le procedure atte all’individuazione di uno o più operatori economici che provvedano ad inviare i rifiuti fuori dalla Regione per il loro smaltimento e/o recupero, in alternativa alla mancata individuazione di impianti idonei nel territorio regionale.
Ciò premesso, questa SRR, nell'ambito delle funzioni attribuite dalla Legge Regionale 8 aprile 2010 n. 9, al fine di scongiurare l'emergenza espressa, formula il presente avviso quale consultazione preliminare del mercato per acquisire concrete manifestazioni di interesse e specifici contributi da parte di operatori economici del settore interessato per il successivo avvio di apposita procedura di gara per l’affidamento, nel breve periodo, del servizio in oggetto.
1. Caratteristiche e oggetto della consultazione.
Il presente avviso pubblico riguarda la consultazione preliminare per la successiva procedura di gara per l’individuazione di una piattaforma integrata o di Operatori Economici cui conferire i rifiuti indifferenziati codice EER 20.03.01 ovvero codici EER 19.05.01, 19.05.03 e 19.12.12, provenienti dalla raccolta dei rifiuti solidi urbani effettuata nei 28 Comuni della SRR “Catania Area Metropolitana” per il loro trattamento e/o recupero/smaltimento anche fuori dal territorio della Regione Siciliana. Nella tabella 1 si riportano i quantitativi annui medi di produzione di rifiuti urbani non differenziati nei Comuni Soci dell’anno 2020:
COMUNE
Rifiuti Solidi Indifferenziati (Kg/anno)
Aci Bonaccorsi
505.146
Aci Castello
1.899.990
Acicatena
4.688.246
Aci Sant'Antonio
3.419.398
Belpasso
3.178.592
Biancavilla
2.345.350
Camporotondo Etneo
530.396
Catania
186.425.619
Gravina di Catania
3.780.480
Mascalucia
8.359.068
Milo
272.570
Misterbianco
6.974.152
Motta Sant'Anastasia
1.960.652
Nicolosi
2.152.184
Paternò
8.676.724
Pedara
4.322.484
Ragalna
982.640
San Giovanni La Punta
4.655.916
San Gregorio di Catania
1.814.624 
San Pietro Clarenza
1.060.372
Sant'Agata Li Battiati
2.220.736
Sant'Alfio
267.738
Santa Maria di Licodia
880.128
Trecastagni
2.773.300
Tremestieri Etneo
5.585.432
Valverde
1.300.904
Viagrande
1.712.572
Zafferana Etnea
1.831.483
TOTALE
264.576.896
2. Durata e valore massimo stimato del servizio.
Il servizio oggetto del presente procedimento preliminare avrà nella eventuale e successiva fase della procedura di gara una durata e un valore variabile in dipendenza delle risultanze della presente consultazione.
L’effettivo valore contrattuale, invece, sarà definito dopo l’espletamento della successiva procedura di gara ad evidenza pubblica, applicando i prezzi unitari oggetto di convenzione agli effettivi quantitativi conferiti da ciascun Comune.
3. Ipotesi progettuale.
Gli operatori che parteciperanno al presente avviso, ai sensi dell’art. 66 e seguenti potranno presentare contributi costituiti da dati, relazioni, proposte, quotazioni e documenti comunque idonei a prestare il più fondato apporto informativo e conoscitivo in maniera tale da consentire alla SRR di poter concretamente definire gli atti necessari al soddisfacimento del proprio fabbisogno di massima attraverso l’individuazione e la rappresentazione di soluzioni tecniche, organizzative, operative ed economico-estimative più idonee a soddisfare le proprie specifiche esigenze funzionali.
I contributi in questione, pertanto, dovranno principalmente fornire chiare e precise indicazioni circa il modello di gestione da utilizzare considerata la plurima disomogeneità del territorio di competenza, le condizioni economiche-estimative complessive per assicurare, tecnicamente e giuridicamente, la completa esecuzione del servizio oggetto della consultazione preliminare.
La quotazione estimativa dei costi, in particolare, deve essere distinta in costi unitari, espressi in €/ton, in rapporto alla frazione merceologica interessata e ai relativi quantitativi sopra stimati.
L’operatore economico interessato può altresì produrre ogni altra informazione (anche alternativa) ritenuta utile ed opportuna ad apportare qualsivoglia ulteriore concreto contributo all’iniziativa de qua.
I contributi devono conformarsi ai canoni di correttezza, chiarezza e trasparenza, e si intendono gratuitamente prestati, senza alcun diritto a rimborsi spese. Sarà premura dei soggetti che partecipano alla presente consultazione indicare se i contributi all’uopo forniti contengano o meno informazioni, dati o documenti protetti da diritti di privativa o comunque rivelatori di segreti aziendali, commerciali o industriali, nonché ogni altra informazione utile a ricostruire la posizione del soggetto nel mercato di categoria e la competenza del soggetto nel campo di attività di cui alla presente consultazione. I partecipanti precisano, altresì, se la divulgazione dei contributi forniti dovrà avvenire in forma anonima. In ogni caso i contributi, ed in particolare quelli economici, non possono anticipare specifiche quotazioni afferenti al servizio oggetto della consultazione che abbiano l’effetto di alterare il regolare sviluppo competitivo dell’eventuale e successiva fase di selezione del contraente. Di conseguenza, è assolutamente necessario evitare che gli apporti informativi forniti in tal senso costituiscano l’anticipazione di offerte tecniche o economiche già predefinite. Le quotazioni estimative richieste, infatti, mirano solo ad acquisire oggettivi e trasparenti elementi al fine di poter meglio quantificare il quadro economico degli oneri complessivi eventualmente necessari per l'acquisizione del servizio in consultazione e, ciò, anche con l’obiettivo di abbassare il rischio di un’eventuale gara deserta.
4. Soggetti ammessi.
Possono prendere parte alla presente consultazione preliminare, ai sensi dell’articolo 66 comma 2 del D.Lgs. 50/2016, tutti i soggetti in grado di poter fornire le informazioni ivi richieste e potenzialmente interessati alle successive procedure di gara inerente l’oggetto dell’affidamento. 
5. Requisiti di partecipazione.
A norma delle Linee Guida ANAC n. 14, recanti “Indicazioni sulle consultazioni preliminari di mercato”, per la partecipazione alla presente consultazione di mercato non è richiesto il possesso dei requisiti di cui agli articoli 80 e 83 del D.Lgs. 50/2016 e sue ss.mm.ii., né si procederà alla relativa verifica.
6. Modalità e termini di partecipazione.
I soggetti interessati dovranno far pervenire apposita istanza all'indirizzo di posta elettronica s.r.r.cataniaareametropolitana@legalmail.it.
L’istanza dovrà essere redatta secondo il modello, allegato 1 al presente avviso, opportunamente compilato in tutte le sue parti e sottoscritto dal dichiarante allegando copia del documento di riconoscimento in corso di validità.
L'oggetto della PEC deve contenere il seguente testo:
AVVISO PUBBLICO ESPLORATIVO – Consultazione preliminare di mercato, ex artt. 66 e 67 del D.Lgs. 50/2016 e sue ss.mm.ii., propedeutica all’eventuale esperimento di una procedura di gara per l’individuazione di una piattaforma integrata e/o operatori economici cui conferire i rifiuti indifferenziati codice EER 20.03.01, ovvero codici EER 19.05.01, 19.05.03 e 19.12.12 provenienti dalla raccolta dei rifiuti solidi urbani effettuata nei 28 Comuni di competenza della SRR “Catania Area Metropolitana”, per il loro trattamento e/o recupero/smaltimento anche fuori dal territorio della Regione Siciliana.
Per ragioni d'urgenza, ai fini della formazione dell’elenco degli Operatori Economici idonei alla successiva fase di invito si considereranno le istanze presentate entro e non oltre le ore 12:00 del 16.04.2021.
7. Esame della manifestazione di interesse.
Alla scadenza prevista di ricezione delle manifestazioni di interesse, previa verifica circa l’integrità e la regolarità della documentazione presentata in rapporto alle prescrizioni contenute nel presente avviso, il RUP e/o altri Soggetti nominati dal Presidente del CdA della SRR, esamineranno i contributi ricevuti e valuteranno, in modo oggettivo e comparativo, in rapporto alle effettive esigenze della SRR che, quindi, potrà utilizzarli ai fini di un’eventuale e successivo procedimento selettivo nel rispetto dei principi di proporzionalità, trasparenza, concorrenza e non discriminazione. Se necessario si potrà fare ricorso all’istituto del soccorso istruttorio, al fine di richiedere ogni sorta di integrazione, chiarimento e/o ulteriore informazione che si riterrà all’uopo necessario acquisire. In esito all’espletamento della presente consultazione preliminare, la SRR valuterà la sussistenza di tutti i necessari presupposti di fattibilità prodromici alla definizione di un’eventuale progetto d’appalto con consequenziale esecuzione di ogni adempimento preliminare per avviare la relativa ed eventuale procedura di selezione del contraente, da dover adottare per l’individuazione della migliore soluzione tecnica ed economica in atto disponibile rispetto alle esigenze dell’Ambito di riferimento. A tal specifico riguardo, la SRR garantirà che la concorrenza non sia falsata dalla partecipazione del candidato o dell’offerente o di un’impresa ad essi collegata alla consultazione preliminare. A tal fine, la medesima SRR potrà adottare misure volte ad evitare che le informazioni, a qualunque titolo e in qualunque forma fornite in consultazione, comportino una lesione dei principi di concorrenza, parità di trattamento e non discriminazione. In particolare, ai sensi dell’articolo 67, comma 1 del D.Lgs. 50/2016, costituiscono misure minime ed adeguate in tal senso la comunicazione agli altri candidati o offerenti di informazioni pertinenti scambiate nel quadro della partecipazione del candidato o dell’offerente alla preparazione della procedura; la fissazione di termini adeguati alla presentazione delle offerte; la convocazione, adeguatamente pubblicizzata, di un evento pubblico ove svolgere una consultazione collettiva aperta. In attuazione di quanto previsto nei periodi precedenti, la SRR, pertanto, potrà:
• rendere disponibili, in forma anonima ed in tempo utile alla partecipazione all’eventuale procedimento selettivo, a richiesta dei potenziali concorrenti, le informazioni acquisite o scambiate nel corso della consultazione da operatori economici o da imprese collegate agli stessi, ovvero da soggetti terzi che le abbiano fornite nell’interesse di specifici operatori economici. In tal caso, la SRR si limiterà a mettere a disposizione, in forma anonima, estratti, sunti o documenti che non contengano informazioni coperte da diritti di privativa, rivelatori di segreti aziendali, tecnici o commerciali o comunque non diffondibili in applicazione della pertinente normativa di riferimento;
• fissare congrui termini di ricezione delle offerte, che consentano agli operatori economici di esaminare il materiale acquisito ai sensi del punto precedente, di valutare le specifiche della documentazione di gara e di partecipare al procedimento selettivo. L’esito dell’indagine de qua sarà formalmente documentato a cura dei soggetti incaricati giusta determinazione presidenziale di cui in epigrafe e, ciò, tramite apposito processo verbale che, tempestivamente, verrà pubblicato sul profilo informatico della SRR, al fine di garantire la massima trasparenza sulle operazioni di consultazione concretamente svoltesi, nonché la generale conoscenza sugli esiti del procedimento in discussione. Nella redazione dell’anzidetto verbale sarà cura dei soggetti ad hoc incaricati escludere tutte quelle eventuali informazioni che potrebbero compromettere la posizione degli operatori partecipanti sul mercato di proprio specifico riferimento, così da assicurare la protezione di segreti aziendali, tecnici o commerciali o comunque non diffondibili in applicazione della pertinente normativa di riferimento (ove del caso). Il superiore processo verbale sarà direttamente trasmesso anche al Dipartimento Regionale Acque e Rifiuti, per le proprie competenti considerazioni al riguardo.
Ai fini della eventuale scelta del contraente, da effettuarsi con successiva procedura ad evidenza pubblica secondo la normativa vigente in materia, nella predisposizione degli atti di gara, la SRR elaborerà e riporterà, in conformità alle disposizioni di cui all’art. 68 del D.Lgs. 50/2016 e sue ss.mm.ii., il contenuto di dati, documenti, informazioni e quotazioni all’uopo ricevuti attraverso l’esperimento della presente consultazione preliminare.
8. Procedura di scelta dell’affidatario.
In esito all’espletamento dell’eventuale gara d’appalto e ai connessi e consequenziali adempimenti di rito, la SRR sottoscriverà con l’operatore aggiudicatario un apposito contratto-quadro normativo contenente tutte le condizioni generali di contratto, addivenute sulla base della documentazione di gara che sarà predisposta, a cui tutti i comuni dell’ambito, direttamente beneficiari del servizio aderiranno, singolarmente e per proprio conto, mediante la stipula di un contratto attuativo. La procedura di affidamento rimane vincolata ad eventuali autorizzazioni di competenza della Regione Siciliana.
9. Informazioni e pubblicità dell’avviso.
Il Responsabile del Procedimento è il Dott. Carmelo Caruso.
Chiarimenti e informazioni possono essere indirizzati al Responsabile del Procedimento attraverso l’utilizzo della PEC della SRR “Catania Area Metropolitana”: s.r.r.cataniaareametropolitana@legalmail.it.
Il presente avviso pubblico esplorativo si trova integralmente pubblicato sul sito istituzionale della medesima Società procedente al seguente indirizzo web: www.srrcataniaareametropolitana.it ai sensi e per gli effetti dell’art. 29 del D.Lgs. n. 50/2016 e sue ss.mm.ii. ed in applicazione alle disposizioni di cui al D.Lgs. n. 33/2013 e sue ss.mm.ii..
Il medesimo avviso è pubblicato presso gli albi pretori informatici degli Enti soci consorziati e, ciò, ai fini di una maggiore e più efficace diffusione, in proporzione alla portata e all’importanza della consultazione. Conformemente agli artt. 48, 51 e 52 della Direttiva 2014/24/UE, recepita dal vigente D.Lgs. 50/20216 e sue ss.mm.ii., il presente avviso pubblico sarà trasmesso all’Ufficio delle pubblicazioni dell'Unione Europea per la relativa pubblicazione in G.U.U.E, per mezzo dell’apposito formulario standard per la pubblicità degli avvisi di pre-informazione.
10. Tutela della privacy.
Il trattamento dei dati dei soggetti che aderiranno al seguente avviso sarà effettuato nel rispetto di quanto previsto dal D.Lgs. n. 196/2003 e ss.mm.ii.. I dati saranno trattati esclusivamente per le finalità connesse allo svolgimento della procedura ed il loro trattamento avverrà nel rispetto dei diritti di riservatezza dei soggetti interessati.
Il Responsabile del Procedimento
Dott. Carmelo Caruso
Il Presidente
Dott. Francesco Laudani

ALLEGATO 1
“MODELLO DI MANIFESTAZIONE D’INTERESSE”
Consultazione preliminare di mercato, ex artt. 66 e 67 del D.Lgs. 50/2016 e sue ss.mm.ii., propedeutica all’eventuale esperimento di una procedura di gara per l’individuazione di una piattaforma integrata e/o operatori economici cui conferire i rifiuti con codice EER 20.03.01, ovvero con codici 19.05.01, 19.05.03 e 19.12.12 provenienti dalla raccolta dei rifiuti solidi urbani effettuata nei 28 Comuni di competenza della SRR “Catania Area Metropolitana”, per il loro trattamento e/o recupero/smaltimento anche fuori dal territorio della Regione Siciliana.
Il presente modello è stato predisposto per agevolare i partecipanti nella formulazione della manifestazione d’interesse relativa all’oggetto. L’utilizzo del suddetto modello è consigliabile, tuttavia, non è obbligatorio. La predeterminazione dei contenuti delle dichiarazioni non esime il partecipante dalla responsabilità di quanto dichiarato; inoltre, il partecipante è tenuto alla verifica della corrispondenza del modello rispetto alle prescrizioni dell’avviso pubblico di riferimento. Il facsimile potrà essere integrato, modificato o adattato qualora non siano previste le particolari fattispecie o le condizioni specifiche relative all’interessato; le dichiarazioni ivi previste sono rese ai sensi del D.P.R. 445/2000 e sue s.m.i. e debbono essere firmate digitalmente - o con firma autografa - del legale rappresentante p.t. del soggetto manifestante, con a corredo copia del documento d'identità in corso di validità dello stesso. Si ricorda, altresì, che l’utilizzo del presente modulo, da restituire in carta intestata dell’operatore economico partecipante, vincola il medesimo partecipante alla barratura di tutte le caselle all’uopo previste ed in caso di scelta tra due o più opzioni la mancata indicazione di nessuna delle ipotesi previste è considerata come dichiarazione non resa. Al fine di assicurare uno spedito esame delle dichiarazioni del caso in specie, s’invitano i partecipanti interessati a compilare, modificare, adattare, integrare e segnare il presente modello, per mezzo di strumenti elettronici e/o altri strumenti in grado di garantire una chiara grafia.

ALLEGATO 1 - “MODELLO DI MANIFESTAZIONE D’INTERESSE”
Spett.le SRR Catania Area Metropolitana S.C.p.A.
Piazza Duomo, 3 95124 – Catania
PEC: srr.cataniaareametropolitana@legalmail.it
Oggetto: Consultazione preliminare di mercato, ex artt. 66 e 67 del D.Lgs. 50/2016 e ss.mm.ii., propedeutica all’eventuale esperimento di una procedura di gara per l’individuazione di una piattaforma integrata e/o operatori economici cui conferire i rifiuti indifferenziati codice EER 20.03.01, provenienti dalla raccolta dei rifiuti solidi urbani effettuata nei 28 Comuni dell’ATO 15 di competenza della SRR “Catania Area Metropolitana”, per il loro trattamento e/o recupero/smaltimento anche fuori dal territorio della Regione Siciliana. MANIFESTAZIONE D’INTERESSE.
Con specifico riferimento all’avviso esplorativo il/la sottoscritto/a ………………............................................. nato/a a ............................................... il ................................. e residente a ..................................................................... indirizzo ................................. n. civico ............... c.a.p. .................................... c.f. ………………………………….., domiciliato/a per la carica presso la seguente sede legale, nella propria qualità (barrare una delle sottostanti caselle):
❑ di legale rappresentante pro-tempore, con qualifica di ................................................. (indicare la qualifica di legale rappresentante – ad esempio: Titolare, Presidente del CdA, Amministratore Delegato, Amministratore Unico, etc.); (oppure)
❑ di procuratore legale pro-tempore, con qualifica di ................................................. (indicare la qualifica), giusta procura generale/speciale, Rep. n.______del___________, a rogito del notaio_______________ (da allegare in originale e/o copia conforme all’originale);
del SOGGETTO INTERESSATO DENOMINATO: ,
con:
• Sede legale in Via ................................................................. n. ................, Comune di ………………., CAP ................................, Prov……..................................;
• Sede operativa (solo se diversa dalla sede legale) in Via ............................................ n. ................, Comune di ……..………, CAP ................................,Prov………… con P. IVA ……………………………………………………………………………, N. telefonico …......................................................, N. telefax ............................................................................................, mail: ...............................................................................................................................................................................,
P.E.C: .………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………;
MANIFESTA INTERESSE
a partecipare alla consultazione preliminare di mercato di cui all’oggetto e a tal fine, consapevole della decadenza dai benefici e delle sanzioni penali previste per il caso di dichiarazioni mendacie o contenenti dati non più rispondenti a verità, così come stabilito dagli articoli 75 e 76 del D.P.R. n. 445 del 28 dicembre 2000 e ss.mm.ii., sotto la propria responsabilità, ai sensi degli articoli 46 e 47 del predetto Decreto,
DICHIARA:
DI VOLER PARTECIPARE ALLA PROCEDURA IN QUESTIONE, QUALE (barrare una delle seguenti caselle e compilare i relativi campi):
❑ Impresa individuale [art. 45, comma 2, lett. a) del d.lgs. n. 50/2016 e s.m.i.];
❑ Società, specificare tipo [art. 45, comma 2, lett. a), d.lgs. n. 50/2016 e s.m.i.]; Comune di Viagrande Prot. n. 0005407 del 09-04-2021 - arrivo
S.R.R. Catania Area Metropolitana Società per la regolamentazione del servizio di gestione rifiuti
_____________________________________________________________
P.zza Duomo, 3 – 95124 Catania – mail: srrcataniaareametropolitana@gmail.com
P.E.C.: s.r.r.cataniaareametropolitana@legalmail.it
Iscrizione R.E.A. CT - 343495 – C.F. 05103780879
❑ Consorzio fra società cooperativa di produzione e lavoro [art. 45, comma 2, lett. b), d.lgs. n. 50/2016 e s.m.i.], di cui l’Impresa in epigrafe:
❑ detiene la rappresentanza e partecipa con le seguenti imprese indicate come esecutrici ___________________; oppure
❑ è indicata dal Consorzio quale unica esecutrice;
❑ Consorzio tra imprese artigiane [art. 45, comma 2, lett. b), d.lgs. n. 50/2016 e s.m.i.], di cui l’Impresa in epigrafe:
❑ detiene la rappresentanza e partecipa con le seguenti imprese indicate come esecutrici ___________________;
oppure
❑ è indicata dal Consorzio quale unica esecutrice;
❑ Consorzio stabile [art. 45, comma 2, lett. c), d.lgs. n. 50/2016 e s.m.i.], di cui l’Impresa:
❑ detiene la rappresentanza e partecipa con le seguenti imprese indicate come esecutrici ___________________; oppure
❑ è indicata dal Consorzio quale unica esecutrice;
❑ Aggregazione tra imprese aderenti al contratto di rete ai sensi dell’art. 3, comma 4-ter, del decreto legge 10 febbraio 2009, n. 5, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 aprile 2009, n. 33, dotata di organo comune con potere di rappresentanza e di soggettività giuridica (di seguito, “Aggregazione con soggettività giuridica”) e che partecipa con le seguenti imprese retiste: ___________________________;___________________________;
❑ Aggregazione tra imprese aderenti al contratto di rete ai sensi dell’art. 3, comma 4-ter, del decreto legge 10 febbraio 2009, n. 5, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 aprile 2009, n. 33, priva di soggettività giuridica (di seguito “Aggregazione priva di soggettività giuridica”), ma:
❑ dotata di organo comune con potere di rappresentanza;
❑ dotata di organo comune privo di potere di rappresentanza;
❑ sprovvista di organo comune;
❑ dotata di organo comune privo dei requisiti di qualificazione richiesti per assumere la veste di mandataria.
❑ Altro (specificare la diversa soggettività del manifestante, ad es: Ente, Libero professionista, Centro di ricerca, ecc…): ;
ed in veste di (barrare una delle seguenti caselle e compilare i relativi campi):
❑ Partecipante singolo;
❑ Partecipante plurisoggettivo, ed in particolare nella forma di (barrare una delle seguenti caselle e compilare i relativi campi) di:
❑ Mandatario capogruppo in:
❑ Raggruppamento Temporaneo di Imprese [art. 45, comma 2, lett. d) del d.lgs. n. 50/2016, di seguito, (R.T.I.) COSTITUITO con: __________________________;
❑ Consorzio ordinario ai sensi dell’art. 45, comma 2, lett. e) del d.lgs. n. 50/2016 (Consorzi Ordinari) COSTITUITO con: ____________________;
❑ Aggregazione priva di soggettività giuridica COSTITUITA con: ________________________
❑ Mandante in:
❑ Raggruppamento Temporaneo di Imprese [art. 45, comma 2, lett. d) del d.lgs. n. 50/2016, di seguito, (R.T.I.) COSTITUITO con: __________________________;
❑ Consorzio ordinario ai sensi dell’art. 45, comma 2, lett. e) del d.lgs. n. 50/2016 (Consorzi Ordinari) COSTITUITO con: ____________________;
❑ Aggregazione priva di soggettività giuridica COSTITUITA c o n: ________________________
❑ Mandatario capogruppo in:
❑ Raggruppamento Temporaneo di Imprese [art. 45, comma 2, lett. d) del d.lgs. n. 50/2016, di seguito, (R.T.I.) COSTITUITO con: __________________________;
❑ Consorzio ordinario ai sensi dell’art. 45, comma 2, lett. e) del d.lgs. n. 50/2016 (Consorzi Ordinari) COSTITUITO con: ____________________;
❑ Aggregazione priva di soggettività giuridica COSTITUITA con: ________________________
❑ Mandante in:
❑ Raggruppamento Temporaneo di Imprese [art. 45, comma 2, lett. d) del d.lgs. n. 50/2016, di seguito, (R.T.I.) COSTITUITO con: __________________________; 
❑ Consorzio ordinario ai sensi dell’art. 45, comma 2, lett. e) del d.lgs. n. 50/2016 (Consorzi Ordinari) COSTITUITO con: ____________________;
❑ Aggregazione priva di soggettività giuridica COSTITUITA con: ________________________
• di aver preso particolareggiata visione dell’avviso pubblico di consultazione e di allegare, perciò, unitamente alla presente manifestazione di interesse, una dettagliata RELAZIONE TECNICA INFORMATIVA/ILLUSTRATIVA, contenente almeno tutti i contributi richiesti e meglio generalizzati;
• che il suindicato soggetto interessato è iscritto nella Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di……………………;
• che le seguenti informazioni e/o parti della documentazione tecnica presentata sono coperte da segreto tecnico – commerciale: …………………………………………………;
• che la divulgazione dei contributi forniti e in particolare dei documenti, dovrà avvenire in forma anonima;
• di essere pienamente consapevole che la consultazione preliminare di cui in oggetto non costituisce una procedura di affidamento di un contratto pubblico né un’offerta al pubblico ai sensi dell’art. 1336 c.c. o promessa al pubblico ai sensi dell’art. 1989 c.c. e, di conseguenza, non ingenera alcun genere di legittimo interesse, affidamento, pretesa, diritto di prelazione o condizione d’accesso in capo al soggetto manifestante, né può in alcun modo essere vincolante per la stessa SRR che, pertanto, resta libera di determinarsi a propria libera discrezione;
• di essere pienamente consapevole che la presentazione della presente manifestazione d’interesse non farà sorgere alcun legittimo affidamento o automatismo di sorta, al fine di poter partecipare a successive procedure di affidamento, sia di tipo negoziale che pubblico;
• di essere perfettamente a conoscenza che la consultazione di mercato all’uopo avviata è da intendersi quale mero procedimento esplorativo informativo/conoscitivo, finalizzato alla preliminare raccolta di manifestazioni di interesse con correlativi contributi tecnici - estimativi attraverso cui desumere, in modo oggettivo, comparativo e non discriminatorio, l’attuale assetto del mercato di categoria, la platea di idonei operatori potenzialmente contraenti, le loro caratteristiche oggettive e soggettive, le soluzioni tecniche, organizzative ed operative loro disponibili, le clausole contrattuali generalmente accettate e le condizioni economiche in atto praticate e, ciò, al fine di poter successivamente provvedere ad una migliore e più efficace istruzione dell’eventuale processo di affidamento del servizio de quo conciliando, di tal verso, le esigenze e gli obiettivi della SRR e dei suoi Comuni soci consorziati con le attuali, più vantaggiose e praticabili offerte presenti sul mercato di categoria;
• di essere pienamente consapevole che, in qualsiasi momento e senza alcun preavviso, la SRR ha facoltà di interrompere, modificare, prorogare, sospendere o avviare una diversa procedura, consentendo, a richiesta dei soggetti intervenuti, la sola restituzione della documentazione eventualmente depositata, senza che ciò possa costituire, in alcun modo, diritto o pretesa a qualsivoglia risarcimento o indennizzo;
• di essere, altresì, pienamente consapevole che la SRR, sempre a proprio insindacabile giudizio, può non procedere all’espletamento della successiva ed eventuale procedura di affidamento e, ciò, senza che i soggetti manifestanti possano vantare alcuna legittima pretesa e/o avanzare alcuna richiesta di risarcimento/indennizzo di sorta per danni a qualsiasi titolo e merito sollevabili;
• di essere informato circa il fatto che la consultazione preliminare a tale scopo avviata non assume alcuna apprezzabile rilevanza neppure sotto il profilo della responsabilità precontrattuale ex art. 1337 del c.c.;
• di essere informato, ai sensi e per gli effetti del D.lgs. n. 196/2003 e del Reg. 679/2016, che i dati personali raccolti saranno trattati, anche con strumenti informatici, esclusivamente nell’ambito del procedimento per il quale la presentazione dichiarazione viene resa;
• di eleggere il proprio domicilio, ai fini di ogni sorta di comunicazione inerente la procedura in trattazione, presso il seguente indirizzo di P.E.C._______________________________________.
Eventuali note aggiuntive: ______________________________________________________________________ _____________________________________________________________________________________________.
Ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679 sulla protezione generale dei dati (RGPD), il sottoscritto autorizza la SRR all’utilizzazione dei dati di cui alla presente dichiarazione, ai fini della partecipazione alla procedura e per gli eventuali procedimenti amministrativi e giurisdizionali conseguenti;
Luogo, data: ___________________ Firmato dal manifestante
____________________

Nelle seguenti ipotesi di partecipazione, si precisa che la manifestazione d’interesse dovrà essere resa e sottoscritta come segue:
• nel caso di raggruppamento temporaneo o consorzio ordinario costituiti, dalla mandataria/capofila;
• nel caso di raggruppamento temporaneo o consorzio ordinario non ancora costituiti, da tutti i soggetti che costituiranno il raggruppamento o consorzio;
• nel caso di aggregazioni di imprese aderenti al contratto di rete si fa specifico riferimento alla disciplina prevista per i raggruppamenti temporanei di imprese, in quanto compatibile. In particolare:
✓ se la rete è dotata di un organo comune con potere di rappresentanza e con soggettività giuridica, ai sensi dell’art. 3, comma 4-quater, del d.l. 10 febbraio 2009, n. 5, la domanda di partecipazione deve essere sottoscritta dal solo operatore economico che riveste la funzione di organo comune;
✓ se la rete è dotata di un organo comune con potere di rappresentanza ma è priva di soggettività giuridica, ai sensi dell’art. 3, comma 4-quater, del d.l. 10 febbraio 2009, n. 5, la domanda di partecipazione deve essere sottoscritta dall’impresa che riveste le funzioni di organo comune nonché da ognuna delle imprese aderenti al contratto di rete che partecipano alla procedura;
✓ se la rete è dotata di un organo comune privo del potere di rappresentanza o se la rete è sprovvista di organo comune, oppure se l’organo comune è privo dei requisiti di qualificazione richiesti per assumere la veste di mandataria, la domanda di partecipazione deve essere sottoscritta dall’impresa aderente alla rete che riveste la qualifica di mandataria, ovvero, in caso di partecipazione nelle forme del raggruppamento da costituirsi, da ognuna delle imprese aderenti al contratto di rete che partecipa alla procedura.
• nel caso di consorzio di cooperative e imprese artigiane o di consorzio stabile di cui all’art. 45, comma 2 lett. b) e c) del Codice, la domanda è sottoscritta dal consorzio medesimo.
Si ricorda, altresì, di dover corredare la domanda con copia conforme all’originale del documento di identità del dichiarante, in corso di validità.
SRR Catania Area Metropolitana
Il Capo Sezione della Direzione Tecnica
F.to. Dott. Carmelo Caruso